Storia della Base.jpeg
Logo Base Scout Nautica Scricciolo Tenace.png

LA STORIA
DELLA BASE

dal geas vela...

La storia della nostra base inizia nel lontano 2003, quando il Gruppo Scout Val d'Enza 1 iniziò le sue prime attività nautiche sul Lago di Como con l'associazione Geas Vela.
Nel corso degli anni le attività ed i corsi per gli scout si intensificarono fino a diventare attività fisse del calendario del gruppo.

Nel 2009 il gruppo si censisce ufficialmente come gruppo nautico ed inizia a strutturare sempre di più le attività proposte con corsi specifici su derive, gommoni e sicurezza, carpenteria, cabinati, gestione della base; sempre supportati dagli amici del Geas.

Attorno al 2018 il Geas in accordo con i proprietari della struttura e del terreno, la famiglia Tenchio, valutano un passaggio di gestione agli scout visto l'intenso utilizzo della base e visto che nuove realtà avevano iniziato a lavorare in sinergia con il Val d'Enza nella proposta nautica: dal Gruppo Scout Lecco 3, alla Zona AGESCI di Como-Lecco-Sondrio finanche...
 

...alla fondazione baden

Nel 2019 la Fondazione, che già gestiva altre basi scout, come Casera e Centralina in Val Codera, prende ufficialmente la gestione della base, investendo nella riqualificazione della struttura e delegando la gestione a Val d'Enza 1 e Lecco 3.

A giugno del 2019 alla Base è stato dato il nome di "Scricciolo Tenace", in ricordo della nostra  Anna Pallini, scolta del Val d'Enza che ci aveva lasciato pochi mesi prima e che aveva sempre amato  la "casa sul lago" e le attività nautiche.
Negli anni dal 2019 al 2021, nonostante le difficoltà legate al Covid-19, la base resta aperta.
 

... passando per le origini

La base " Scricciolo Tenace" si colloca in quel lembo di terra del Pian di Spagna denominato come località "La Punta": un luogo più ricco di storia di quanto si possa immaginare. In questo spazio di terra è possibile trovare il "Fuentes", fortino eretto dagli Spagnoli nel 1600 e nella vicina Dongo Mussolini venne catturato durante la sua fuga da Milano.

In particolare la base si colloca a metà tra la Val Codera ed il Campo Scuola "Kelly", luoghi importanti per lo scautismo italiano, in cui le "Aquile Randagie" continuarono a fare attività clandestinamente durante il fascismo e nei quali aiutarono a rifondare gli scout alla fine del secondo conflitto mondiale.

Val Codera.jpeg